ARPAL. Cassano assume con le short list. “Metodo torbido. Stop subito”

“Agenzia che nasce short list che trovi. Emiliano, dopo aver resuscitato Arpal, avvia la stagione delle assunzioni selvagge.
Da alcuni giorni è presente, sulla pagina internet di Arpal l’avviso pubblico per la formazione di una short list di esperti qualificati per incarichi di supporto all’agenzia”.
“L’Agenzia guidata da Cassano vuole concludere una massiva campagna di reclutamento, concedendo agli aspiranti appena quindici giorni per presentare le candidature. Un blitz in piena regola. Ma non solo. Non saranno stabiliti punteggi, classifiche di merito o graduatorie: la selezione delle candidature sarà a totale discrezionalità dell’agenzia.
L’Agenzia utilizzerà la short list “per selezionare direttamente, a sua insindacabile valutazione” gli esperti esterni per il conferimento di incarichi – si legge nel bando.
E’ bene chiarire che di insindacabile nella pubblica amministrazione non esiste nulla.
Mi spiego: se si volessero conferire incarichi ad amici e conoscenti per condivisione politica sarebbe questo un atto ritenuto insindacabile da parte dell’autorità giudiziaria?
Oltre alla discutibilità della procedura seguita, quindi, sorgono dubbi anche sulla legittimità.
Invito pertanto il tandem Emiliano- Cassano a ritirare l’avviso pubblico e avviare selezioni più trasparenti con tempi più consoni, possibilmente archiviando la pratica torbida delle short list e delle chiamate dirette a vantaggio di selezioni più trasparenti per titolo e per merito”.

Nessun Commento

Inserisci un commento