Bilancio, “Patti non rispettati. In commissione passano emendamenti per sedare rivolta nella maggioranza. Domani battaglia in Aula”

Per una volta, mio malgrado, a fine legislatura sono d’accordo con il movimento 5 stelle: nessun patto andava stretto con questa maggioranza, sul Bilancio di previsione. Gli accordi si stringono tra uomini d’onore, qui non ci sono gli uomini figuriamoci l’onore. Doveva essere un bilancio secco, senza emendamenti-mancia, a garanzia della ordinaria gestione dell’Ente, per scongiurare un più che probabile esercizio provvisorio, considerata l’instabilità della maggioranza.
Invece Piemontese ha subdolamente infilato emendamenti che portano la firma inequivocabile di alcune esponenti di maggioranza, rompendo i patti stretti qualche ora prima con tutta l’opposizione”.

“La doppiezza di Piemontese e la disperazione della Giunta regionale, alle prese con una crisi di maggioranza che rischia di travolgerli ad un passo delle elezioni, oggi in prima Commissione ha raggiunto l’apice. Da una parte l’assessore ha invocato il rispetto del patto ‘blocca- emendamenti’, dall’altro lo ha violato.
Con una modifica al tabulato del Bilancio ha fatto passare, tentando di mascherarli, degli emendamenti riferibili ad alcuni ‘cani sciolti’ del centrosinistra.
Per questo, personalmente, mi ritengo svincolata da qualsiasi accordo. E domani farò la mia parte in Aula

    
Nessun Commento

Inserisci un commento