Cambiamento climatico, da Emiliano 250 mila euro per consulenze ad otto esperti

Duecentocinquantamila euro. Tanto costa, per ora, ai contribuenti pugliesi la lotta al cambiamento climatico intrapreso da Michele Emiliano.
O meglio, a tanto ammonta il compenso per otto “esperti” da selezionare con un avviso pubblico necessari all’impresa del Presidente “.

“Le risorse, stando alla delibera, saranno amministrate dal Dipartimento mobilità , Ecologia e Paesaggio della Regione al fine di “ingaggiare un gruppo di lavoro di 8 esperti (2 senior 6 Junior), per 18 mesi prorogabili, a insindacabile giudizio dell’amministrazione regionale per altri dodici mesi”.
Queste, in sintesi, le tappe principali delle vicenda. Nel 2016 la giunta istituisce un gruppo di lavoro interassessorile in materia di cambiamenti climatici, coordinato dall’assessorato all’Ambiente.
Nel 2017 istituisce anche la Struttura di Coordinamento Regionale per il clima e l’energia costituita da un Gruppo di coordinamento e una annessa struttura di assistenza tecnica selezionata con un costo di 150 mila euro.
Completa il tutto un Comitato scientifico ed una Struttura di coordinamento territoriale.
Ma il plafond non bastava per la lotta in salsa pugliese al global warming. Ed ecco che ieri è arrivata la delibera che fa lievitare la spesa iniziale della delibera originaria da 150 mila a 250 mila mila euro.
Ecco il manifesto della lotta ai Cambiamenti Climatici di Emiliano, e le spese a piè di lista del programma “più incarichi per tutti “ pardon, “Un pianeta pulito per tutti”

Nessun Commento

Inserisci un commento