Carceri, “A Bari e Taranto 300mila € per apparecchi sanitari stanziati e mai spesi. Asl provveda o sarà protesta”.

Ancora nessuna traccia, nelle carceri di Bari e Taranto, della strumentazione sanitaria da 300 mila euro, la cui somma è stata prevista attraverso il mio emendamento al bilancio nel 2018″.

“La Giunta regionale ha impiegato un intero anno (novembre 2019) per stanziare i fondi, destinando 270 mila euro per l’istituto di Bari e 30mila euro per quello di Taranto.
Dopodiché più nulla.
Cosa ha impedito, e impedisce tutt’ora, alle Asl di acquistare la strumentazione resta un mistero.
Si tratta, nello specifico, di apparecchiature diagnostiche, come nuovi elettrocardiografi, spirometri, strumenti per la riabilitazione ed altra strumentazione clinica, di cui gli istituti penitenziari sono sprovvisti, per le esigenze sanitarie dei detenuti.

A partire da oggi Regione Puglia e Asl di Bari e Taranto hanno una settimana per rendicontare sull’accaduto, poi, in assenza di riscontri, e assieme alle associazioni che da sempre mi accompagnano nelle visite nelle carceri, attueremo ogni azione di protesta utile a richiamare l’attenzione sul caso”.

18 luglio 2020

Nessun Commento

Inserisci un commento