Consorzi: “Impegnare altri quattro milioni per la gestione corrente dimostra che la Riforma ha fallito”

Consorzi Francesca Franzoso Consiglio Regione Puglia

“L’ennesimo stanziamento di quattro milioni di euro per la gestione corrente dei Consorzi di bonifica commissariati dimostra che, a distanza di un anno dall’approvazione della legge di Riforma, nulla è cambiato. Resta l’assenza di una strategia di gestione industriale dei consorzi, la cui inefficienza ricade, ancora una volta, sulle tasche di tutti i pugliesi”.
“Con la legge di Riforma dei Consorzi la Regione aveva ammesso di non essere più in grado di finanziare il sistema così com’era, una voragine in cui sono stati inghiottiti per anni contributi pubblici – e aveva riconosciuto ai consorzi la loro natura industriale e il loro diritto – dovere all’autogoverno. Non solo. A sostegno della piena attuazione della riforma aveva anche istituto un fondo per avviare una operazione di falcidia della massa debitoria liberando, di fatto, i consorzi da quella zavorra. Un modo per tracciare una linea tra prima e dopo, per poter ripartire da zero senza continuare a bussare alle casse regionali per sostenere le attività ordinarie. Invece è ancora per l’ordinario, cioè per l’avvio della stagione irrigua, che impegniamo oggi altri quattro milioni di euro. E probabilmente ne impegneremo ancora altri dieci in fase di assestamento di bilancio, secondo quanto dichiarato dallo stesso assessore Di Gioia.
Ciò a dimostrazione del fatto che la Riforma ha fallito e che si continuano a tappare le falle finanziarie dei consorzi con interventi spot, attingendo di volta in volta dal bilancio regionale a spese di tutti contribuenti.
Ancora una volta il Governo Emiliano si dimostra incapace di fornire soluzioni di governo serie, stabili e strutturali. E in questo caso continua ad alimentare l’enorme spreco di denaro pubblico attraverso i consorzi di bonifica”.

Nessun Commento

Inserisci un commento