Discarica Vergine, “Arpa conferma inquinamento. Ora bonifica del sito e chiusura”

Discarica Vergine, Arpa conferma inquinamento. Ora bonifica del sito e chiusura

Nuovi dati shock confermano i vecchi prelievi

“Le ulteriori analisi effettuate da Arpa sui pozzi spia della discarica Vergine hanno confermato quanto già fotografato dai precedenti prelievi: il sito è inquinato da sostanze tossiche, tra cui da pcb e diossine, va bonificato subito e successivamente chiuso”.
“Dalla riunione – prosegue Franzoso – è emersa una considerazione purtroppo scontata: si sono persi inutilmente mesi e mesi per avviare l’iter dei lavori di bonifica che, certo, non saranno esenti da ulteriori lungaggini procedurali e burocratiche. Tempo sprecato, da dicembre ad oggi, solo per lo scrupolo di voler aggiungere, ai dati ufficiali già sul tavolo, ulteriori prove.
Oltre a il rammarico nel considerare quanto siano lunghi i tempi di risposta della politica ai bisogni dei cittadini, non resta altro che sperare che questa sia davvero la volta buona per fa partire l’iter di ambientalizzazione del sito.
E’ evidente che, ora, tutti i soggetti istituzionali interessati dovranno fare la propria parte, a cominciare da Comune, Provincia di Taranto e Regione, assumendosi ciascuno le proprie responsabilità”.

Nessun Commento

Inserisci un commento