Grottaglie, «Emiliano prima “ammazza” il San Marco e poi ci fa sopra la passerella»

«Perseverare è diabolico. Ad una settimana dalle elezioni europee, e ad un anno dalle regionali, Emiliano torna a Grottaglie , per vendere nuovamente fumo e offendere una comunità tradita nella sua richiesta fondamentale di diritto alla salute .
E in questa fiera dell’ipocrisia non poteva mancare l’assessore Borraccino, passato da fiero oppositore a fedele sostenitore di Emiliano rinunciando, per un strapuntino, a difendere a schiena dritta gli interessi dei suoi concittadini.

Trasformare l’ospedale San Marco in un Pta, peraltro opera ancora incompiuta, prima ancora della realizzazione del San Cataldo, hub sanitario della provincia di Taranto, è un’operazione di politica sanitaria irresponsabile e sbagliata.
Una condanna che porta la firma del Governatore. “Emiliano abbia la decenza di riconoscerlo e chieda scusa per la squallida pagina di inaffidabilità politica”
Il suo comportamento rasenta i limiti della decenza. Il Governatore dovrebbe avere più coerenza quando si parla di Salute, specialmente a Taranto, assumersi la responsabilità delle scelte anziché addebitare le decisioni del Piano di riordino al Dm 70
La verità è che Emiliano non sa come spiegare la logica politica che ha garantito al versante occidentale della provincia una adeguata assistenza sanitaria, negata invece al versante orientale destinatario solo di tagli, ridimensionamenti e riconversioni».

Nessun Commento

Inserisci un commento