Ilva: grillini pugliesi in preda ad uno shock post-traumatico. Spalancano le porte a Mittal ma parlano ancora di riconversione .

Anzichè trincerarsi in un decoroso silenzio, o riconoscere l’obiettivo mancato della crociata antindustriale, i grillini pugliesi, in preda probabilmente ad una sorta di shock post-traumatico, rilanciano la riconversione. Per anni hanno ripetuto ossessivamente il mantra della chiusura, senza cui non ci sarebbe stata alcuna possibilità di riconversione della città – dicevano . Oggi pensano di poter perseverare nella menzogna. Ma non funziona. Non per niente è arrivata a travolgerli, una ondata di contestazioni senza precedenti. Il dileggio, l’aggressività, condita in salsa populista-ambientalista degli ultimi mesi, ora gli si rivolta contro. Chi di populismo ferisce, di populismo perisce.
I pentastellati pugliesi blaterano di “anno zero” e di “inversione di rotta”. Si, la loro. Una inversione a “ U”. Ma capita, quando dalla propaganda becera, usata come leva plateale di consenso, si passa poi alla responsabilità di governo. I miei colleghi cinque stelle hanno voluto il tribunale del popolo contro gli altri partiti politici? Ora tocca a loro essere giudicati. Senza sconti. Il “mostro” che hanno creato gli si è rivoltato contro.

Nessun Commento

Inserisci un commento