Impatto Odorigeno “Emiliano si Attivi per Manduria come per Monopoli; No a doppiopesismo tra Comuni.”

Per Michele Emiliano esistono cittadini di serie A e B, in base alla convenienza elettorale.
L’ultima conferma arriva dalla disparità di trattamento riservato al problema odorigeno di Monopoli e Manduria.

Nel primo caso, di fronte alle iniziali segnalazioni dei cittadini, il Presidente della Regione è subito intervenuto e preso posizione. Attraverso un comunicato congiunto con l’assessore all’ambiente ha rassicurato che “saranno indagate tutte le sorgenti emissive presenti sul territorio, a partire da quelle più rilevanti, al fine di individuare ciò che ha arrecato i disturbi olfattivi e i miasmi lamentati dalla popolazione” . Non solo. Sempre nella nota, la Regione comunica di aver “attivato un tavolo tecnico permanente e ha disposto che Arpa Puglia effettui controlli a tappeto nell’area industriale di Monopoli, a tutela della salute pubblica e al fine di adempiere alle disposizioni della legge regionale targata Emiliano sul controllo degli odorigeni. I primi rilievi sono stati effettuati e sono in corso gli accertamenti analitici di laboratorio“.

La cittadina di Manduria invece, non viene degnata di alcuna considerazione, nonostante i cittadini protestino da mesi contro la qualità dell’aria e chiedano interventi e monitoraggi.
Nella cittadina messapica non si contano le segnalazioni relative a difficoltà respiratorie e nausea. Parliamo di residenti nei quartieri attigui alle  discariche, impianti che negli ultimi mesi, su disposizioni di Michele Emiliano, ricevono la frazione organica del Salento e del brindisino ,in deroga alle disposizioni vigenti.

Ma Manduria, a differenza di Monopoli, sconta l’assenza di un sindaco e di un riferimento “di peso” nell’esecutivo regionale.
Insomma, Emiliano a Monopoli schiera Regione ,Arpa, Asl e Sezione di Vigilanza Ambientale regionale, per la “ tutela della salute pubblica “; e invece Manduria la abbandona a se stessa.
Un doppiopesismo inaccettabile, per cui chiedo venga posto subito rimedio.

 11 Gen 2020
Nessun Commento

Inserisci un commento