Legge Taranto, Franzoso: “ Non basta elencare obiettivi. Certezza sulle risorse”

Legge Taranto,: “ Non basta elencare obiettivi. Certezza sulle risorse”

“Una legge obiettivo priva di una programmazione finanziaria certa e realistica, è aria fritta: uno strumento vuoto ed inconcludente”.
“La legge Taranto racchiude solo un’operazione di imbellettamento di fondi già esistenti e di risorse correnti, stando a quanto riferito dall’assessore. Emiliano, insomma, non aggiunge un euro in più al pacchetto normativo, rispetto a quanto già previsto e dovuto. E allora a che serve una legge ad hoc?” .
“Non solo. Il responsabile dello Sviluppo economico ha paragonato la legge Taranto al Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), che raccoglie fondi già stanziati. La differenza è che il Cis raccoglie e riprogramma vecchie risorse già previste, vero, ma a rischio disimpegno, che se non fossero state cristallizzate nel contratto istituzionale avremmo rischiato di perdere. La legge Taranto, invece, raccoglie, a quanto pare, fondi dell’attuale quadro comunitario, della programmazione corrente e le infiocchetta in una norma per la città. E per questo serve una legge?
Ci saremmo aspettati, in realtà, uno sforzo maggiore, vista la tanto proclamata, ma poco praticata attenzione della sinistra per Taranto: da Vendola che voleva adottare la città ad Emiliano che non perde occasione per sbandierare la sua vicinanza a Taranto”.

Nessun Commento

Inserisci un commento