Metodo Ponte Morandi per la Talsano-Avetrana e nuovo Ospedale di Taranto

Procedura d’urgenza, a Taranto, per i cantieri del nuovo Ospedale e  delle Regionale 8.  La  Giunta regionale avvii la richiesta al Governo di applicare, per queste opere, il modello del ponte “Morandi”, anziché tentare, come per la Taranto- Avetrana, di distogliere i fondi dell’infrastruttura”.

“La Regione, dovrebbe stilare un elenco di opere irrinunciabili per la ripartenza, a partire e dalle infrastrutture viarie strategiche e dai  nuovi  ospedali.
A Taranto, ad esempio, serve tirar  fuori l’appalto dell’ospedale San Cataldo dalle secche del Consiglio di Stato, in cui e’ rimasto incagliato.
Per la  Regionale 8, attesa da oltre un secolo (sic!)  andrebbe avanzata  la richiesta   di una  procedura d’urgenza,  come per il ponte di Genova. La Taranto- Avetrana  e’ una infrastruttura che andrebbe blindata, e non   messa ancora una volta discussione come si vorrebbe  fare – stando ad  alcune indiscrezioni – definanziando l’opera e dirottando  le risorse su altri capitoli”.

L’idea guida, in sintesi, è quella di velocizzare i lavori per opere già interamente finanziate, semplificando tempistica e modalità.
“Se è indubbio  che ci sia bisogno, in questo momento, di un intervento emergenziale a vantaggio delle imprese e delle famiglie, non possiamo per questo autorizzare che vengano saccheggiati in tutto o in parte  risorse stanziate per la costruzione di opere primarie.
La fase della ricostruzione non può che ripartire  dall’avvio  dei cantieri”.

 

15 Aprile 2020

Nessun Commento

Inserisci un commento