Ospedale San Marco, Grottaglie: continua l’emorragia di personale, ortopedici trasferiti al Ss. Annunziata

Nuovo ‘scippo’ di personale all’ospedale S. Marco: i medici ortopedici della struttura di Grottaglie vengono trasferiti al SS Annunziata, per tre giorni a settimana, a rotazione. La disposizione, autorizzata dalla direzione Asl di Taranto e firmata dal primario di ortopedia dell’ospedale del capoluogo, è già operativa da settembre. L’ennesima conferma dell’inaffidabilità politica del presidente Emiliano, che aveva giurato di blindare il S. Marco fino alla costruzione del nuovo ospedale di Taranto. Ma soprattutto la riprova della sua inadeguatezza nel ruolo di assessore alla salute, incapace di attuare il tanto sbandierato modello di sanità territoriale diffusa.
Continuare a depotenziare la medicina di territorio, sottraendo risorse e personale ai Pta e agli ospedali di base, senza che ce ne sia uno ‘vero’ di secondo livello, fa scadere la qualità complessiva dell’offerta di salute.
Il Ss. Annunziata vive l’attuale sovraffollamento, proprio perché la medicina territoriale nell’intera provincia fa acqua da tutte le parti: è disorganizzata e carente.
L’offerta sanitaria, va redistribuita e smistata sul territorio per specialità. Per evitare di ingolfare, con richieste di accesso a bassa criticità, l’ospedale del capoluogo che invece deve servire le complessità.
Sottraendo personale sanitario agli ospedali periferici, si compromettono le prestazioni chirurgiche e le consulenze che ogni giorno vengono garantite, come al San Marco, scaricando tutte le richieste sul Ss. Annunziata, vicino al collasso.

Nessun Commento

Inserisci un commento