Primarie e riordino ospedaliero: “AAA posti letto offresi”

Primarie e riordino ospedaliero: AAA posti letto offresi

Da Grottaglie ad Ostuni trattative in corso prima della convention.

“Posti letto che appaiono e scompaiono. Reparti smantellati e, a parole, riattivati. Ospedali declassati che tornano quello che erano. È ciò a cui si assiste da qualche tempo nei comuni pugliesi, non ultimo Grottaglie. Emiliano nel piano di riordino smantella il S. Marco riconvertendolo in presidio di riabilitazione (ptr) , salvo poi impegnarsi, non più di un mese fa, in commissione sanità a lasciare intatto il nosocomio grottagliese fino alla costruzione del nuovo ospedale hub di Taranto. Peccato però che qualche giorno fa il direttore generale dell’asl Rossi, abbia invece confermato e avviato la rimodulazione dei reparti e la trasformazione in ptr.

Le promesse di Emiliano, che poi non si traducono in fatti, destano sospetti che rimandano a possibili interferenze con le primarie del Pd”.

«L’ultimo caso è stato quello di Ostuni dove, a seguito di un incontro tra il governatore e il sindaco della città Bianca, è stato promessa l’attivazione di posti letto di Cardiologia e Pediatria, reparti cancellati dal Piano di riordino. L’ improvvisa apertura di Emiliano alla città, che fino a ieri si era vista negare ogni richiesta sull’ospedale e che oggi si trova miracolosamente ad incassare un presunto risultato sui due reparti cancellati dal Piano, è quantomeno singolare. E ricalca quanto accaduto a Grottaglie. Possibile che ci sia un intreccio tra la campagna per le primarie in corso e la trattativa sui posti letto nei comuni interessati dal Piano di riordino ospedaliero? A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca».
«Le Promesse di Emiliano su Grottaglie, hanno illuso i cittadini senza essere mai state tradotte in atti istituzionali. Il pericolo che, passata la convention democratica, la stessa cosa si ripeta anche per Ostuni è concreto.
Se non fosse per l’esperienza già vissuta a Grottaglie esorterei altri comuni, dato il vento a favore che spira dalle primarie, a farsi avanti con le richieste per i rispettivi ospedali. A partire da Manduria, che col Piano perderà nefrologia, Utic e che attende ancora l’attivazione di ventiquattro posti letto per ostetricia e punto nascita. Emiliano e’ il mercante in fiera della politica, a furia di inseguire primati nel pd sta sacrificando gli interessi della Puglia e il diritto alla buona sanità. Lo invito, invece, a tenere separati il ruolo di governatore dal carrierismo nel suo partito”.

Nessun Commento

Inserisci un commento