“Asl a servizio della propaganda elettorale. Emiliano s’inventa il ‘Policlinico di Taranto’”

“Anche l’Asl di Taranto a servizio della propaganda di Emiliano.
È sulla pagina facebook dell’azienda sanitaria ionica in queste ore, l’esito della conferenza dei servizi, con un pomposo Emiliano che audacemente lancia la Facoltà di Medicina a Taranto in un ‘costruendo Policlinico di Taranto’.
Ora, tralasciando le sparate su un inesistente Policlinico e su una Facoltà mai decollata, resta la gravità dell’uso elettorale dell’azienda pubblica’.

“Nel merito, Emiliano continua con le sue panzane, sulla Facoltà di Medicina che, a Taranto, gli studenti non vogliono.
Non è bastata la figuraccia rimediata all’avvio del Corso, attivato e poi sospeso e poi ancora riattivato, che oggi registra solo l’iscrizione di 3 studenti su 60 posti disponibili. Nemmeno gli incentivi (625 euro il mese per complessivi 7.500 euro l’anno; buoni pasto e corsi all’estero) sono serviti a riempire i 57 posti rimasti vacanti.

Per sprofondare nel ridicolo, dopo la trovata dell’ospedale virtuale e dei manichini al posto dei pazienti, serviva la fantasiosa istituzione, udite udite, del ‘Policlinico di Taranto’, il costruendo San Cataldo, che dovrebbe ospitare le lezioni dell’ambitissimo corso di Medicina e Chirurgia nostrano.

Ricordo a tutti, per dovere di verità, che il S. Cataldo sarà un ospedale di secondo livello, non un policlinico.
Che oggi Taranto, terza città del Mezzogiorno, non ha nemmeno quello, cosa che invece Emiliano doveva impegnarsi a garantire, qui e ora. Senza lanciarsi in improbabili annunci che sa benissimo di non poter mantenere”

31 Gen 2020

Nessun Commento

Inserisci un commento