“Puglia Biodinamica”, Emiliano sdogana la stregoneria in Agricoltura.

Corna di mucca e astrologia in agricoltura, una pratica che sconfina nell’esoterismo e nella stregoneria, è l’ultima trovata di Michele Emiliano: con la delibera di giunta 132 del 2018 dal titolo “The Apulian Lifestyle, per una lunga vita felice”, la Regione prevede, tra le azioni da realizzare, “lo sviluppo di una rete biodinamica della qualità alimentare della Puglia”.

Su cosa sia la biodinamica è illuminante una ricerca su Google: si basa sul preparato 500, meglio noto come «cornoletame» , letame di vacca messo in un corno di vacca che possibilmente abbia già partorito una volta. Viene seppellito e lasciato fermentare durante l’inverno. viene disseppellito nel periodo pasquale e utilizzato come concime.

Per la comunità scientifica la biodinamica è una delle pratiche più antiscientifiche che esistano.

Per questo ho chiesto di ascoltare in commissione Cinzia Montemurro, e Franco Nigro, entrambi docenti del Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università di Bari, per la parte scientifica; Gianluca Nardone, Direttore Dipartimento Agricoltura delle Regione, per quanto attiene la programmazione regionale dei fondi comunitari destinati all’agricoltura biodinamica.

Emiliano ha già sdoganato in Puglia il complottismo sulla xylella, la cura Scortichini, le tesi no vax. Sentivamo la mancanza della stregoneria agricola: le forze astrali e il potere esoterico del cornoletame. È ora di mettere un argine a questa deriva antiscientifica. O, di questo passo, vareremo presto la prima legge regionale sulle scie chimiche.

 

2  Commenti

Inserisci un commento