Rifiuti. Bluff della differenziata: a Manduria l’organico finisce in discarica, su ordine di Emiliano.

«Il grande bluff della differenziata in Puglia, in questi giorni, passa dalla discarica di Manduria. Circa cinquanta tonnellate al giorno di rifiuto organico (Forsu), prodotto in provincia di Brindisi, vengono smaltite nella discarica “Manduria Ambiente” insieme al resto dell’indifferenziata. Su ordine di Michele Emiliano e del suo braccio armato, Gianfranco Grandaliano capo di Ager Puglia”.
E’ quanto constatato, a seguito di un sopralluogo, nell’impianto Manduria Ambiente.

«Dal sopralluogo a Manduria – prosegue Franzoso – è emerso il grande spreco della differenziata, che Emiliano trasforma da risorsa in costo. In sostanza i rifiuti differenziati finiscono in discarica allo stesso prezzo dell’indifferenziata, perché non ci sono abbastanza impianti, sia di compostaggio che termovalorizzatori. Oltre che uno spreco un bluff, così non ha senso fare la differenziata: non si producono risparmi per i cittadini e non si fa veramente ecologia.
Il problema è che Emiliano anzichè costruire termovalorizzatori moderni e chiudere il ciclo dei rifiuti, ha deciso di governare la Regione trasformando la Puglia in una terra di discariche.
Ringrazio il personale responsabile della discarica per la disponibilità dimostrata nel garantire il sopralluogo all’interno dell’impianto».

Nessun Commento

Inserisci un commento