“ Sinistra offuscata da interessi famelici nelle società pubbliche. Moltiplicano Agenzie per spartirsi il controllo”

Il furore ideologico di qualche nostalgico della sinistra veterocomunista, misto alla salvaguardia di inconfessabili interessi spartitori, deve avergli offuscato la capacità di comprendonio.
Semplifico: in Puglia non c’è un piano dei Rifiuti, né impianti pubblici, ma continuano a moltiplicarsi le Agenzie deputate a gestirli.
Asserire l’inutilità di una nuova società pubblica chiamata a duplicare il ruolo di Ager, Agenzia regionale naufragata nel nulla – che ha più posti nel cda che compiti da gestire – è poco più che un’affermazione di buon senso. L’unica svolta virtuosa della nuova Utility sarebbe quella di ingrandire la “torta” da spartirsi, moltiplicando incarichi e poltrone, tra i convenuti della conventicola di maggioranza.

A valle della legislatura non c’è un piano dei rifiuti, non ci sono impianti pubblici, ma abbiamo già una agenzia che deve attuare il piano e costruirli e una costituenda società che ne sarà proprietaria. A breve ci aspettiamo la società che dovrà dismetterli.

Avremmo voluto in questi anni che i colleghi, solerti nel perorare la causa dell’ennesima società pubblica, su cui sono evidentemente pronti a mettere il cappello, avessero preso la parola davanti alla raffica di ordinanze di Emiliano che in violazione dell’Aia, ha consentito di conferire l’umido in discarica, come nel far west. Tra l’altro, nel fantomatico piano dei rifiuti non c’è traccia di impiantistica pubblica, ma solo di ipotesi di project financing”.

Noi siamo certi che I pugliesi, fra pochi mesi, metteranno fine agli interessi famelici della sinistra sulle società pubbliche, dove si nascondono i veri interessi privati”

Nessun Commento

Inserisci un commento