Xylella, basta inseguire complotti politico-giudiziari. Applicare subito Piano Silletti

Xylella, basta inseguire complotti politico-giudiziari. Applicare subito Piano Silletti

Se la politica avesse prestato il braccio alla scienza non si sarebbe innescata la caccia ai fantasmi. Se lo avesse fatto anche la magistratura nessuna assurda inchiesta si sarebbe aperta. Ancora oggi , nella vicenda xylella, c’è chi urla al complotto. Oggi queste credenze politico-giudiziarie, sono state spazzate via dai dati mostrati nelle relazioni dei professori Bucci e Martelli in un seminario di studi in Consiglio regionale: sul piano scientifico é indiscutibile la relazione tra xylella e disseccamento degli ulivi .

Eradicazione degli alberi infetti per fermare l’avanzata del batterio, reimpianto per diminuirne il potenziale di inoculo, sperimentazione agrigenetica come possibile via d’uscita dall’emergenza. È la ricetta fornita da ricercatori e accademici che ora la politica dovrebbe mettere in campo senza esitazioni. In altre parole applicazione rigida del piano Silletti.

Invece l’immobilismo della politica nel contrastare l’avanzata del patogeno, la mancata applicazione dei protocolli europei e nazionali, le leggi mediocri fin qui prodotte hanno portato ad una diffusione incontrollata dell’infezione e ora ci presentano un conto pesantissimo. Oggi legiferare contro il divieto di eradicazione de gli ulivi secolari, è contro la scienza e contro le leggi.

La politica fino ad ora è stata inadeguata. La Regione cambi passo, la smetta di inseguire le tesi della procura. Abbandoni l’idea dell’Agenzia regionale e restituisca voce in capitoli a chi, da sempre, ha seguito con scienza e coscienza l’emergenza: Arif, Servizio fitosanitario regionale, università di Bari.

Convegno Slide Prima Parte

Convegno Slide Seconda Parte

1 Commento
  • Paolo Arrivo
    Pubblicato alle 21:32h, 28 aprile Rispondi

    Fugato ogni dubbio sulla correlazione tra Xylella e disseccamento, sulla possibilità che gli ulivi infetti possano non manifestare i sintomi, le misure di eradicazione si rendono necessarie ed impellenti. Per quanto dolorose.
    Grazie del tuo lavoro Francesca, della tua capacità di analisi e di valutazione critica sulle questioni più importanti. E mi complimento per il sito appena realizzato: completo in ogni sezione e diverso dal solito blog, è un ottimo strumento al servizio della comunità.

Inserisci un commento